sabato 8 marzo 2014

Waylander Dei Drenai di David Gemmell



Oggi, vi voglio parlare di Waylander Dei Drenaiun libro fantasy, appartenente alla popolare Saga dei Drenai, composta da undici libri, pubblicata da David Gemmell tra il 1984 e il 2004, riconducibile al sottogenere sword and sorcery.

Trama – Orien, sovrano dei Drenai, decide di abbandonare il suo regno ed abdicare in favore di suo figlio, Niallad, a causa di una malattia che lo sta rendendo cieco. Nel far ciò, Orien nasconde anche la sua leggendaria Armatura di Bronzo in luogo sperduto, dove solo il prescelto potrà trovarla ed indossarla.
Una volta giunto al potere, Niallad, che non possiede il nerbo del padre, congeda una consistente parte del suo esercito, indebolendo le frontiere del suo regno, favorendo in questo modo l’invasione delle armate di Vagria, guidate dalla Confraternita Oscura. Successivamente, Niallad viene ucciso da un misterioso assassino.
In questo contesto, Waylander è un mercenario in fuga, braccato dagli uomini della Confraternita. Nel corso dei suoi viaggi, soccorre Dardalian, un sacerdote della Fonte, il quale era caduto vittima di un agguato di alcuni banditi. Frattanto, imperversa una sanguinosa guerra tra i regni di Drenai e Vagria, che vede la seconda essere in un posizione di vantaggio, poiché ha invaso gran parte del territorio avversario e massacrato una consistente parte della popolazione nemica.



Commento - Il libro è ambientato in un mondo immaginario. Esso è ben lontano dagli archetipi del fantasy moderno, non abbiamo a che fare con orchi, elfi o gobelin. Al contrario, la storia ha ad oggetto combattimenti tra uomini (salvo l’incursione di qualche mutante e di un mostro) nei quali la magia è relegata ad un ruolo secondario. Nondimeno, sono presenti anche duelli tra potenti stregoni malefici e maghi devoti alla causa del bene.
I personaggi che incontriamo in questa storia presentano caratteristiche negative comuni a tutti gli uomini: cinismo, crudeltà, avidità e viltà. Ma anche positive quali: eroismo, audacia, generosità.
Un ruolo fondamentale è giocato dalle battaglie, e soprattutto dagli assedi delle roccaforti, combattute tra le popolazioni di Drenai e di Vagria (con alcune incursioni dei Nadir). Tra queste, possiamo individuare nel regno dei Drenai elementi che lo rendono simile all’Impero Romano nell’epoca della sua decadenza, mentre nei nomadi Nadir possono essere riconosciuti i mongoli di Gengis Khan.


Un libro consigliato a tutti coloro che come me amano lo sword and sorcery.