lunedì 15 dicembre 2014

Gli accoliti del cerchio nero di Robert E. Howard - La saga di Conan il Cimmero

Scheda:
Titolo: Gli accoliti del cerchio nero
Titolo originale: The People of the Black Circle
Autore: Robert E. Howard
Editore: Weird Tales
Genere: sword and sorcery/fantasy
Data di pubblicazione: 1934
Data di pubblicazione italiana: 1974
Editore: Editrice Nord, Fantacollana 5

Gli accoliti del cerchio nero è il dodicesimo racconto del ciclo originale di Conan, pubblicato nel 1934 su Weird Tales con il titolo di The People of the Black Circle. In Italia, la casa editrice Nord ha messo in commercio questa short story nel 1974, includendola in Conan l’avventuriero, quinto volume della serie dedicata al Cimmero...

La vicenda:
Bunda Chand, re di Vendhya, perisce a causa di un sortilegio che gli è stato lanciato dai Veggenti Neri e il governo dello stato passa a Yasmina, sua sorella.
Intanto Conan è diventato il leader di una congerie di afghuli. La regina di Vendhya sfrutta tale circostanza per rapire sette capo tribù afghuli, al fine di costringere il cimmero ad aiutarla nel suo proposito di vendicare la morte del fratello, uccidendo i Veggenti Neri. Tuttavia il barbaro è più scaltro della regina e riesce a mandare a monte i suoi piani, introducendosi nel palazzo reale di Vendhya e rapendola per utilizzarla come riscatto allo scopo di liberare i suoi uomini prigionieri.
Ma la situazione si fa problematica a causa dell’intervento di Kerim Shah, un ufficiale di re Yezdigerd del Turan, il quale ha ordito il piano che ha cagionato la morte di Bunda Chand per avere la possibilità di invadere tranquillamente con il suo esercito il Regno di Vendhya. L'uomo che ha aiutato i turaniani è Khemsa, accolito dei Veggenti Neri che tuttavia si innamora perdutamente di Gitara, la serva di Yasmina e, circuito dalla donna, decide di uccidere i sette capotribù afghuli, inseguire la regina per ucciderla, con l'intento di arrogarsi il diritto di governare il Regno di Vendhya.
Nel frattempo Conan scappa con Yasmina nei territori afghuli, dove incontra
Yar Afzal, un capotribù suo amico, al quale in passato aveva salvato la vita che lo ospita nel suo villaggio. Grazie ad un sortilegio, Khemsa uccide Yar Afzal e i suoi uomini, che già in precedenza erano stati riluttanti ad accettare il cimmero, si lanciano all’attacco del barbaro, che riesce comunque a fuggire anche questa volta con la regina. Tuttavia Khemsa riesce a raggiungere i due, ma sopraggiungono gli stregoni Rakhsha che, con il loro poteri di magia nera, stordiscono Conan, rapiscono Yasmina e uccidono Khemsa e Gitara, facendoli crollare da una montagna.
A dispetto di ciò, Khemsa riesce a sopravvivere alla caduta e consegna a Conan una cintura magica, a scopo di proteggerlo dagli incantesimi dei Veggenti Neri.
Successivamente, il cimmero incontra Kerim Shah e i soldati irakzai, e stringe un patto con loro per salvare Yasmina. Gli uomini pertanto si dirigono verso le montagne dello Yimsha, dove è prigioniera la regina. Qui gli vengono scagliati contro oggetto potenti sortilegi di magia nera, che uccidono la gran parte degli armigeri. Conan invece riesce ad avere la meglio su tutti i Veggenti Neri e libera Yasmina, con l’aiuto della cintura magica che gli aveva consegnato Khemsa.
Mentre il cimmero e la regina sono in fuga, incontrano un esercito di turaniani che sta combattendo contro una banda di afghuli, mettendoli in seria difficoltà. Nonostante questi ultimi gli siano ostili, Conan decide di andare in loro soccorso, anche se ciò può mettere a repentaglio la sua vita.
La battaglia volge a favore degli afghuli poiché interviene un esercito di vendhyani, giunti sul posto per ricercare Yasmina, che sterminano i turaniani.

Spunti:

a) Personaggi principali:
Conan
Bunda Chand, re di Vendhya
Devi Yasmina, sorella di Bunda Chand e regina di Vendhya
Kerim Shah, principe turaniano
Khemsa, stregone
Chunder Shan, governatore di Peshkauri
Gitara, serva di Yasmina
Yar Afzal, capo tribù dei Wazuli

b) Luoghi:
Vendhya, territorio che può riferirsi all’India, al Pakistan e al Bangladesh
Afghulistan, territorio simile Afghanistan
Iranistan, territorio simile all’Iran
Turan, in relazione a questo Regno, non vi sono pareri uniformi. Taluni lo equiparano all’Impero Ottomano, altri all’Impero Bizantino, altri ancora all’Impero Persiano. Comunque questo termine deriva dal Turan, ovvero i territori dell'Eurasia occupate da persone che parlano le lingue uralo altaiche

c) Divinità:
Crom, dio dei cimmeri

d) Oggetti magici:

cintura di Khemsa