giovedì 26 novembre 2015

I Cavalieri del Nord di Matteo Strukul

Scheda:
Titolo: I Cavalieri del Nord
Autore: Matteo Strukul
Editore: Multiplayer Edizioni
Genere: fantasy storico / grimdark fantasy
Pagine: 456
Data di pubblicazione: 22 ottobre 2015
Prezzo: 16,90 euro
Disponibile in formato ebook a 7,99 euro

Trama: Salvato, ancora bambino, in una notte di luna e lupi, Wolf è diventato un giovane cavaliere Teutone. Cresciuto sotto la guida di Kaspar von Feuchtwangen, suo mentore e maestro, il ragazzo intraprende insieme ad altri settanta cavalieri crociati, un lungo viaggio dalla Russia alla Transilvania per raggiungere e difendere il castello di Dietrichstein, ultimo avamposto della fede cristiana in una terra ormai in preda a orde di barbari e diaboliche forze oscure.
Lungo la via, fra terre addormentate in un inverno infinito, Wolf incontra Kira, che tutti credono una strega, ma che in realtà nasconde una storia di ribellione e violenza nei bellissimi occhi color temporale. La sua è una presenza che getta scompiglio nella schiera Teutone, poco avvezza alla presenza femminile, e che reagisce con sospetto e rabbia, ritenendo la donna responsabile delle molte sventure che costellano il lungo viaggio. Ma niente è come sembra nell’Europa del 1240.
Fra magia e religione, passioni e tradimenti, Wolf conoscerà se stesso attraverso il sacrificio e il coraggio fino ad affrontare una terribile guerriera che si fa chiamare La Madre dei Morti, un diabolico negromante e un re senza corona, mentre l’amore per Kira martella il cuore aprendo ferite: perché Wolf è un cavaliere dell’Ordine e la Regola proibisce di amare una donna, soprattutto quando è una creatura irresistibile. A meno che…

“Matteo Strukul va assolutamente letto!” JOE R. LANSDALE

“La scrittura di Matteo Strukul è Dark, onirica e con un’attenzione quasi maniacale ai particolari” LA REPUBBLICA

“Matteo Strukul scrive romanzi visionary, dotati di un ritmo vertiginoso, destinati a stendere i lettori.” IL GIORNALE


Commento:
I Cavalieri del Nord è un romanzo fantasy di Matteo Strukul, pubblicato il 22 ottobre dello scorso mese dalla Multiplayer Edizioni.
Questo libro rientra a buon diritto nel grimdark fantasy, dato che gli elementi in esso presenti sono analoghi a quelli inseriti nelle opere dei più importanti autori di questo sottogenere letterario (George R.R. Martin, Joe Abercrombie, Mark Lawrence, Glen Cook, Richard K. Morgan, Luke Scull, Richard Ford, Brent Weeks e Daniel Polansky). In esso infatti possiamo trovare la guerra, la violenza, l’odio, il luridume, la tortura, la vendetta, il fanatismo religioso, l’invidia e la sedizione.
Matteo Strukul sceglie di adottare il setting storico, catapultandoci nell’Europa
orientale del 1240 d.C., nel bel mezzo delle Crociate del Nord dove i Cavalieri Teutonici sono impegnati a portare il cristianesimo tra le popolazioni pagane; ovviamente con il ferro e con il fuoco.
Debbo confessare che sono un amante proprio di questa tipologia di ambientazione e ciò mi ha spinto ad acquistare il libro. Inoltre adoro la storia legata all'Ordine Teutonico.
Ma vieniamo a noi.
Ne I Cavalieri del Nord si è realizzato un poderoso lavoro di ricerca e documentazione, circostanza che ha arricchito e reso maggiormente appetibile il romanzo.
La narrazione (come di moda negli ultimi tempi) presenta una proliferazione di POV, i quali se da un lato permettono di sondare i profili psicologici di  diversi personaggi, dall’altro tendono ad essere troppo dispersivi. Personalmente ne avrei eliminati alcuni, dato che sono arrivato a contarne undici.
Nondimeno la storia è avvincente, ben scritta ed è esaltata dai numerosi combattimenti e dalle svariate battaglie che i cavalieri teutonici combattono contro i cumani e i magiari.
Una nota negativa che ho potuto riscontrare in questo romanzo riguarda il fatto che la magia è limitata e quasi inesistente. Per carità, è una scelta personale dell’Autore, ma ritengo che nel fantasy l’elemento soprannaturale giochi un ruolo chiave e non possa essere trascurato (vale il medesimo ragionamento illustrato nelle mie recensioni di The Heroes e Red Country di Abercrombie e ne Il Trono di Spade di George R. Martin).
A ogni modo, I Cavalieri del Nord è un ottimo romanzo e mi sento di doverlo consigliare a tutti gli amanti del fantasy storico e del grimdark fantasy.

Voto 5/5


Autore: Matteo Strukul è nato nel 1973 e si è laureato in Giurisprudenza
all'Università di Padova. Successivamente è diventato Dottore di Ricerca in Diritto Europeo all'Università Ca' Foscari di Venezia.
Scoperto dallo scrittore Massimo Carlotto, è ideatore e fondatore di Sugarpulp e collabora con Il Venerdì di Repubblica e altre riviste e quotidiani.
Nel 2011 ha pubblicato nella Collezione Sabot/age delle Edizioni E/O La ballata di Mila, un romanzo pulp-noir con protagonista la cacciatrice di taglie padovana Mila Zago cui ha fatto seguito nel 2013 Regina nera. Nel 2014 è uscito La giostra dei fiori spezzati (Mondadori), un thriller storico ambientato nella Padova del 1888.
Cucciolo d’uomo è il suo quarto romanzo, il terzo della serie dedicata a Mila. La saga di Mila è stata opzionata per il cinema ed è in corso di pubblicazione in 15 Paesi nel mondo fra cui USA, UK, CANADA, AUSTRALIA, INDIA e NUOVA ZELANDA. Matteo vive insieme a sua moglie Silvia fra Padova e Berlino.
È appassionato di musica rock, adora la birra (in particolare la Birra Antoniana) e l'hockey su ghiaccio, dichiarandosi tifoso dell'Hockey Asiago 1935, degli Eisbären Berlin e dei Montreal Canadiens. (Tratto da http://www.matteostrukul.com/biografia.php)