sabato 23 gennaio 2016

La rinascita di Shen Tai di Guy Gavriel Kay

Scheda:
Titolo: La rinascita di Shen Tai
Titolo originale: Under Heaven
Autore: Guy Gavriel Kay
Traduttori: Stefano Cresti
Editore: Fanucci
Collana: Collezione Fantasy
Genere: fantasy
Pagine: 624
Data di pubblicazione: 2010
Data di pubblicazione italiana: 2012
Prezzo: 14,90 euro
Disponibile anche in formato ebook al prezzo di 2,99 euro

Trama: Shen Tai è il figlio del generale che ha condotto le forze dell'impero di Kitai nell'ultimo scontro contro i Tagur, vent'anni prima. Quarantamila uomini, su entrambi i fronti, hanno perso la vita in quella battaglia, sulle remote rive di un lago nascosto tra le montagne occidentali. Il Generale Shen Gao è ormai deceduto. Per onorare la memoria del padre, Tai decide di trascorrere i due anni di lutto ufficiale ritirandosi in eremitaggio sul sito della battaglia, tra gli spiriti dei defunti, sforzandosi di dare una degna sepoltura ai loro resti sparpagliati. Una mattina di primavera, però, apprende che la sua veglia non è passata inosservata: la Principessa di Giada Bianca dei Tagur gli offre in dono duecentocinquanta cavalli sardiani, come ricompensa per il suo coraggio e il suo impegno nell'onorare la memoria dei defunti. Dona a un uomo uno dei rinomati cavalli sardiani e lo ricompenserai grandemente. Concedigliene quattro o cinque, e lo eleverai al di sopra dei suoi simili, attirandogli gelosie finanche mortali. Duecentocinquanta cavalli sono un tesoro che va oltre ogni  immaginazione, un dono in grado di sopraffare perfino un imperatore.

“La rinascita di Shen Tai è praticamente tutto quello che un lettore potrebbe volere da un libro: un'avventura mozzafiato, una storia d'amore, un romanzo di crescita, una cronaca militare, un complicato intrigo di corte, una tragedia, e mille altre cose ancora. Un autentico banchetto di parole, una storia meravigliosamente scritta.”
Globe and Mail

“Guy Gavriel Kay è un genio. Leggo i suoi libri da una vita, e il suo lavoro non manca mai di ispirarmi. Impossibile non amarlo.”
Brandon Sanderson

“Guy Gavriel Kay, a caccia di parole nella zona d'ombra tra realtà storica e sogno, ha catturato un romanzo brillante. Una lettura meravigliosa e avvincente.”
Locus

“Molti critici sono rimasti a bocca aperta di fronte al romanzo di Guy Gavriel Kay. Impossibile non leggerlo tutto d'un fiato.”
Bookmarks Magazine

“La ricostruzione fantastica della dinastia T'ang e dell'antica Cina hanno l'accuratezza di un autentico documento storico.”
Bookpage


Commento:
La rinascita di Shen Tai è un romanzo fantasy autonomo di Guy Gavriel Kay, pubblicato sul mercato anglosassone nel 2010 dalla Penguin Group, mentre in Italia è uscito nel 2012, grazie alla Fanucci. Questo libro ha avuto un gran successo e ha vinto numerosi premi tra cui: Locus Award Nominee for Best Fantasy Novel (2011), World Fantasy Award Nominee for Best Novel (2011), Mythopoeic Fantasy Award Nominee for Adult Literature (2011), Sunburst Award for Adult (2011), Goodreads Choice Award Nominee for Fantasy (2010) Prix Elbakin.net for Meilleur roman fantasy traduit (2015).
La vicenda viene raccontata in terza persona attraverso molteplici pov e si svolge in un mondo immaginario simile alla Cina della Dinastia Tang (唐朝T, TángcháoP, 618-907). A dispetto di ciò l'Autore ha cura di specificare che non si tratta di un romanzo storico.
Abbiamo l’Impero di Kitai, centro di cultura e opulenza, che ha unificato tutti i territori e gode di un periodo di relativa pace, anche se ai confini vi sono alcune popolazioni pronte ad attaccarlo come i Taguran (tibetani) e i nomadi Bogü (turchi-mongoli).
Il world building è curato nei minimi particolari. Guy Gavriel Kay ha effettuato un poderoso lavoro di ricerca e ha attinto informazioni da molteplici testi per consentirci di visualizzare materialmente la geografia, gli usi, i costumi, il sistema politico e la filosofia di questi territori. 
La magia è praticamente assente e si confonde con la superstizione; strategia utilizzata sempre più di frequente dagli scrittori odierni, al fine di garantire maggiore credibilità alle loro opere.
Una fetta rilevante di autori sostiene che l'utilizzo dell'elemento soprannaturale è inflazionato dai molti libri in stile D&D ed è difficile da inserire nel plot
Quindi, vi domando, il lettore di fantasy/sword and sorcery/heroic fantasy che ama la magia deve per forza rinunciare a leggere questa categoria di libri e dirottare la propria attenzione verso i romanzi pseudostorici o hard fantasy?
Scusate ma non accetto questa moda di mercato e invito tutti coloro che propugnano questa tesi a rileggere (o leggere) le opere dei grandi autori del fantasy (Robert E. Howard, Clark Ashton Smith, C. L. Moore, Henry Kuttner,Fritz Leiber, John Jakes, Charles SaundersL. Sprague de CampMichael MoorcockKarl Edward Wagner, Roger Zelazny, Poul Anderson e Jack Vance).
Ma torniamo a noi.
La trama è complessa e gli intrighi politici giocano un ruolo fondamentale nell’economia della vicenda.
Ma la storia procede troppo lentamente e l'azione è quasi inesistente. Molte pagine avrebbero potuto essere risparmiate, evitando questa proliferazione di punti di vista e di circostanze inutili, che sinceramente non apportano alcun beneficio e impazientiscono il lettore. Altri fatti avrebbero meritato maggiore sviluppo e invece ad essi sono state dedicati solo alcuni cenni.
Nel complesso La rinascita di Shen Tai di Guy Gavriel Kay è un libro scritto bene, con alcuni spunti interessanti, ma nulla di più. L'eccesività prolissità, l'approccio hard fantasy e l'inazione mi inducono ad assegnargli tre stelle. 
Se via piacciono i romanzi ambientati nella Cina dell’Alto Medioevo senza troppa azione, vi consiglio di leggerlo. In caso contrario, lasciate perdere.

Voto 3/5


Autore: Guy Gavriel Kay è un autore canadese di narrativa fantasy. Molti dei suoi romanzi sono ambientati in mondi immaginari che ricordano però luoghi e periodi storici reali. Ha scritto oltre 10 romanzi e numerosi racconti. Le sue opere sono state tradotte in 22 lingue e hanno venduto oltre due milioni di copie. La rinascita di Shen Tai ha vinto il Sunburst Award — superando opere di autori come Robert J. Sawyer, Douglas Smith e S.M. Stirling — ed è stato scelto come miglior romanzo fantasy dall’American Library Association. Con questo romanzo Guy Gavriel Kay è arrivato finalista al World Fantasy Award (premio già vinto con Ysabel), all’Aurora Award, al Mythopoeic Award, al Locus Award, ed è tra i finalisti all’IMPAC/ Dublin Prize, il premio letterario più ricco al mondo.