sabato 13 febbraio 2016

La Caduta dell'Irminsul – Enchiridion di Samuel Marolla – saga di Enchiridion #1

Scheda:
Titolo: La Caduta dell'Irminsul – Enchiridion
Serie: Enchiridion #1
Autore: Samuel Marolla
Editore: autoprodotto
Genere: fantasy storico/sword and sorcery/grimdark fantasy
Pagine: 72
Data di pubblicazione: 2014
Disponibile in eBook ad € 1,49

Trama: Europa, 800 d.C.
Dopo il declino di Roma e tre secoli di invasioni barbariche, l'Europa ha trovato finalmente la pace: è di nuovo unita sotto una corona imperiale, quella di Carlomagno; dominata da un altro immenso esercito, la perfetta macchina da guerra carolingia; e ben sorvegliata dai Dodici Paladini, guerrieri formidabili dotati di un'arma invincibile: ognuno di loro ha un gioiello mistico, chiamato Enchiridion, incastonato nel palmo della mano. Il gioiello contiene al suo interno una reliquia santa che permette al Paladino di generare una spada di energia pura, dotata di smisurata potenza distruttrice.
Baldovino, figlio del traditore di Roncisvalle Gano di Maganza, colui che causò la morte del Paladino Orlando e l'unica sconfitta di Carlomagno, è il più giovane e coraggioso fra i Paladini; egli domina la Spada Murglea generata dal suo Enchiridion, il più potente di tutti e dodici, poiché contiene al suo interno il Sangue di Cristo.
Carlomagno ha inviato Baldovino agli estremi confini del nord, per piegare la resistenza dei Sassoni e distruggere il loro dio, l'Irminsul, l'Albero del Mondo. Ma la missione del giovane Paladino, combattuto tra la difficile eredità del proprio casato e la responsabilità di un'arma così potente come la Murglea, si rivelerà irta di ogni sorta di pericolo mortale e sovrannaturale.
Nemici soverchianti, umani e demoniaci, sono pronti a risvegliare forze antiche e devastanti pur di distruggerlo e di impadronirsi del suo Enchiridion, mentre sull'Impero soffiano nuovi venti di guerra: i Saraceni assediano ancora Parigi, come vent'anni prima, e il figlio illegittimo e deforme di Carlomagno, Pipino il Gobbo, dalla sua prigione sotterranea complotta per impadronirsi del trono che gli è negato...

La Caduta dell'Irminsul è il primo episodio della Saga di Enchiridion, ambientata nel mondo fantastico di una delle più meravigliose epopee fantasy della letteratura mondiale: l'Orlando Furioso di Ludovico Ariosto!


Commento:
La Caduta dell'Irminsul è un racconto fantasy di Samuel Marolla, primo volume della saga di Enchiridion. Si tratta di un ebook sword and sorcery/grimdark fantasy autoprodotto, che presenta non pochi elementi di comunanza con The Broken Empire di Mark Lawrence, La compagnia della spada di Luke Scull e la Prima Legge di Abercrombie, uscito il 24 ottobre 2014.
La vicenda è narrata in terza persona e segue prevalentemente il punto di vista del Duca Baldovino, inviato dall’Imperatore con un esercito di franchi nel Nord Europa a combattere i sassoni infedeli. Il protagonista è uno dei dodici paladini di Carlomagno, dotato di poteri soprannaturali, dato che è in possesso dell’Enchiridion, una reliquia contenente il Sangue di Cristo tanto potente da generare la Murglea, una spada di pura energia in grado di uccidere centinaia di uomini e pertanto di modificare le sorti di una guerra.
Il nostro conduce un’esistenza travagliata perché porta il marchio dell’infamia, in quanto è figlio di Gano di Maganza, il traditore dei franchi complice della disfatta di Roncisvalle. Il fatto che sia diventato il più valoroso dei paladini di Carlomagno, depone a suo favore, ma i ricordi del passato lo assillano continuamente. Come se non bastasse, alcuni diavoli stanno programmando di distruggere l’Impero carolingio e abbattere la cristianità, avvalendosi dei loro accoliti che vivono sul piano materiale. Tra essi vi sono potenti negromanti, streghe, non morti, uomini-orso e anche grandi eroi del passato.
La vicenda ruota attorno al Duca Baldovino. Mi è piaciuta la sua
caratterizzazione in quanto, nonostante abbia una forza soprannaturale distruttiva e immensa a sua disposizione, presenta un profilo psicologico tipico dell’eroe dannato e inquieto simile a quelli di Michael Moorcock. Il villain per eccellenza è Namo il Conte di Baviera, infido e crudele, che non esita a vendere la propria anima ai demoni per raggiungere i suoi empi scopi. Vi anche sono altri personaggi di contorno come il fedele Scath, la procace Rosaspina e il repellente Pipino il Gobbo.
Altro punto a favore di questo ebook sono le battaglie descritte con dovizia di particolari dall’Autore, che, a differenza di molti altri suoi colleghi, ha effettuato un buon lavoro di ricerca in ambito di tattica militare, introducendo nella storia alcune armi che raramente fanno la loro comparsa in altri libri (si pensi al carro da guerra, al cinghiale corazzato, al mazzafrusto o alla francisca) e ne ha inventate altre come il sagitton.  Ho apprezzato inoltre la modifica del reparto degli scariti, resi simili ai ninja giapponesi e addestrati all’uso dell’alchimia e alle pratiche esoteriche.
Samuel Marolla con La Caduta dell'Irminsul – Enchiridion ha dimostrato in maniera incontrovertibile che è possibile scrivere un ebook sword and sorcery/grimdark fantasy divertente e alternativo alla maggioranza dei libri oggi presenti sul mercato; utilizzando un setting storico come quello dell’Impero carolingio e inserendo elementi soprannaturali non infantili, ispirati al folklore europeo, alla Chanson de Roland e all’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto.

Voto 5/5

Autore: Samuel Marolla è nato e vive a Milano e ha trentaquattro anni. Diplomato in sceneggiatura presso la Scuola del Fumetto di Milano, si occupa di narrativa di genere e di fumetto avventuroso.
Collabora dal 2007 con le Edizioni XII, ed è presente con propri racconti ne L'Altalena (2008), Archetipi (2009), e Carnevale (2010).
Nel 2011 è uscita per XII la sua raccolta di racconti horror La Mezzanotte del Secolo.
Pubblica narrativa anche con Mondadori (Malarazza - 2009, Onryo - 2012), ed è sceneggiatore per Sergio Bonelli Editore.

Nel 2011 ha affiancato alla pubblicazione classica l'autoproduzione di ebook, sia in italiano che in inglese.